Posts on Twitter:

Quand un ministre d'Etat ne donne pas l'exemple. Ici l'acteur principal du film de yada Yada production. Le port du casque est obligatoire.



Retweet Retweeted Like Liked

nouveau slogan des internautes burkinabé suite à la boufonnerie du ministre de la sécurité Simon Compaoré!










Réunion de grands mâles à l’arrivée des beaux jours dans le massif de



















Ejército Político Electoral en plena acción preparando Centro de Votación. Mañana a votar



Posts on Tumblr:

Non mi dire stai tranquillo

Perché tranquillo non sono.

Un tempo credevo tante cose.

Pensavo che amare significasse necessariamente soffrire, struggersi il cuore e rincorrere ogni forma di dolore solo per un briciolo di affetto. Poi sei arrivato tu, e ho scoperto quanto sia meraviglioso essere felici ogni istante, vivere ogni giorno come se fosse un soleggiato pomeriggio d’estate anche quando il cielo è grigio e la pioggia è incessante.

Pensavo di dover avere paura di tutto, che ogni angolo nascondesse una possibile minaccia e che fidarsi di qualcuno mi avrebbe solo distrutto il cuore, e poi sei arrivato tu. Certo, ogni tanto le paranoie ci sono ancora, ma mi dimostri costantemente che, con te al mio fianco, in fondo in fondo qualsiasi mostro può essere sconfitto.

Pensavo che il futuro fosse un alone oscuro costellato da incertezze, un grande punto interrogativo che non lasciava spazio a progetti per un domani. Non ero capace di guardare un passo oltre l’oggi, e poi beh, sei arrivato tu. Giorno dopo giorno hai schiarito tutte quelle nubi, hai esplorato con me tanti sogni e speranze, tant’è che non posso e non voglio più immaginarmi senza te.

Pensavo di non valere nulla, odiavo me stessa in ogni mia sfaccettatura e credevo di non meritarmi niente. Poi sei arrivato tu, e io ho cominciato a sentirmi speciale. Come mi guardi, le attenzioni che mi dedichi, il tuo essere da sempre pronto ad ascoltarmi e a consolarmi, il mettermi in ogni momento al primo posto. La pazienza con cui sopporti ogni mia paturnia e i miei monologhi. Averti accanto è un privilegio che ho solo io in tutto il mondo, e questo mi fa sentire la persona più fortunata che ci sia.

Pensavo di essere sola, che nessuno mi avrebbe mai capita davvero, e poi sei arrivato tu, così simile a me. Un romanticone sensibile a tutto ciò che lo circonda, sempre pronto per gli altri e pieno di fiducia nell’amore. Un obeso dentro che preferisce passare un sabato sera a guardare serie tv e a giocare a giochi da tavolo preistorici piuttosto che andare in discoteca in mezzo al casino (che schifo le persone). Un buffone con cui fare la lotta fino ad avere mille lividi e graffi, fino a credere di avere qualche braccio fratturato.

Insomma, potrei elencare tante altre cose che credevo prima di conoscere te, ma il punto è che hai davvero ribaltato il mio mondo, dandomi un grande valido motivo per affrontare ogni giornata: il dono di viverla insieme a te istante dopo istante, per quanto più tempo si possa, fino a sperare anche di batterlo questo limitante e strettissimo tempo, che da quando ci sei sembra così poco. Grazie per avermi fatto scoprire cosa significa essere davvero felici. (Ti amo)