Posts on Twitter:

A causa di problemi tecnici alla stazione di Torre del Greco i treni da Napoli per Sorrento e Poggiomarino via Scafati e viceversa viaggiano con circa 30min di ritardo




Il bus non c'Γ¨, Γ¨ "ritardato" (eh?!? si dirΓ  mica in ritardo?πŸ™„) e a guardare la posizione attuale appare la scritta "Travagliato" (premonizione sul viaggio?😨) anzi







1605 di oltre 3 ore. Puoi avere diritto ad un indennizzo fino a 600 euro. Contattaci su . Assistenza gratuita e senza commissioni
















contattaci per ottenere il tuo giusto risarcimento. Assistenza gratuita e senza commissioni













Viaggiare con i in il 12 agosto. ore 1500 soppresso idem 1530 ore 16.00 porta 15' ritardo. Perdo delle 17.00. Scelgo delle 18.20 Per ora parte con 55' motivi tecnici.

This media may contain sensitive material. Learn more View


Retweet Retweeted Like Liked












…mi capita puntualmente di in di cinque minuti da cinque fa.









Posts on Tumblr:

image

mi capita puntualmente di essere in ritardo di cinque minuti da cinque minuti fa.

@alessandrom76

instagram

Quando ti accorgi che sei in #ritardo e quindi decidi di farti la #barba in pochi secondi. #⏳ #⌛️
#timelapse #gopro #goprohero6
#bathroom #bagno #fastfamily #deephouse #earkandi #57 #beautiful #music
https://www.instagram.com/p/BwHbcfOiy2W/?utm_source=ig_tumblr_share&igshid=ihsl3c4sxwqa

Made with Instagram

Stasera esco con la mia migliore amica che non vedo da tipo due mesi perché la vita fa schifo, dovevamo vederci un’ora fa ma è un po’ in ritardo (è sempre in ritardo) e sto scrivendo su Tumblr perché non so che cazzo fare mentre l’aspetto.

In ritardo, 21 Novembre

Sta aspettando il suo ragazzo.


È seduta sul mobiletto della cucina con il telefono in mano, sarà in ritardo.


Si sistema i capelli in una coda alta, ma lui ancora non arriva.


Si siede sul divano a guardare il vuoto, quel ragazzo non arriva mai una volta in anticipo.


Si mangia le unghie nervosa, sbatte le ciglia. Ha bisogno di lui.


Va in bagno e si cambia e vestiti, non è ancora arrivato.


Esce e guarda fuori dalla finestra, aspetta per due, tre, venti minuti ma nessuno si vede.


Prende una bottiglia dal frigo e la sorseggia. Non lo sente.


È arrivata a metà bottiglia. Inizia a sentire una sensazione strana. Ma lui non arriva.


Finisce la bottiglia. Ha gli occhi lucidi ma non lo vede. È in ritardo, come al solito.


Prende un’altra bottiglia, la beve, e poi un’altra e un’altra ancora. Ma lui non c’è.


Allora scoppia a piangere, sta affogando nelle lacrime e nell’alcol, non sente niente, cade a terra.


Oh, eccolo, è arrivato.